Thursday, June 22, 2006

L'UOMO E' PADRONE DELLA PARTE MIGLIORE DI SE STESSO

Ecco cari lettori, il titolo di questo intervento è il titolo della versione di quest'anno.
Esame di stato, II prova, liceo classico.
Commento: mavaffanculo.
Il caro vecchio plutarco ci informa del fatto che noi non siamo governati dalla sorte, ma udite udite abbiamo pieno controllo delle nostre facoltà.
Descrizione della versione.
All'incirca 16 righe, termini e verbi non troppo difficili. Unico problemino: erano due frasi.
Capito?? DUE frasi! Una di 11 righe e l'altra di 5.
E nella prima una particella alla seconda riga reggeva un verbo che stava all'ottava riga o giù di lì.
Boh comunque abbastanza buono. Ci abbiamo messo tutti le nostre brave 4 ore, e molti di noi in sostanza hanno fatto 4 ore di cagata. Meno male che la si prendeva a ridere, della serie "cosa è questo?""boh è spuntato lì tipo fungo" e tutti a cazzeggiare, perchè altrimenti sarebbe stata brutta.
Ovviamente le previsioni sono risultate sballate, tanto Lisia quanto senofonte... Ma vabbè, si era visto ieri con la prova di italiano...
A proposito! La prova di italiano! C'è da dire anche su quella!
Tracce ottime, complimenti a chi le ha scelte. Cioè il ministro moratti, perchè sono state scelte quando era ancora in carica. E come tutte le cose partorite dalla moratti, quelle tracce facevano pena.
Stupendo il tema di attualità sul ruolo dell'artigianato. Davvero, stupendo. Roba da andare lì da chi l'ha scelto e dirgli "ora questa cagata pazzesca la svolgi tu brutto stronzo, voglio vedere se il tuo posto al ministero avuto tramite accozzo ti ha portato un po' di cultura".
Ma la cosa che stupisce è in generale l'idea di farsa che dà questo esame. Commissione interna, e che senso ha?
Aboliamolo, quest'esame! I voti mettiamoli in base a quello che uno davvero vale, e questo lo si può capire solo dopo i tre anni non con tre prove cagate. Questo pezzo di carta (nel caso della maturità classica, un pezzo di carta stupendamente inutile peraltro) almeno cercate di darlo con giudizio!
Bah, saremo anche la culla della cultura europea noi, però non sembra proprio.

1 comment:

charlie said...

una volta che ci sei dentro lo capisci davvero ;)