Friday, June 23, 2006

PACS, Matrimoni, Adozioni: un po' d'ordine please!

Chiedo venia per la deriva seria di questo post però penso sia un topic abbastanza importante
In un marasma di proposte e proteste ci si trova sempre a essere confusi nei dibattiti sull’opportunità o meno della legalizzazione delle unioni omosessuali. Sempre meglio iniziare facendo delle brevi distinzioni.

I PACS sarebbero una mossa che andrebbe a toccare i diritti dei gay solo di rimbalzo, perché si tratterebbe solamente di dare un valore legale a quelle unioni che, o per impossibilità o per mancata volontà dei compagni, non culminano col matrimonio; questo perciò coinvolgerebbe anche le coppie omosessuali e porterebbe una ventata di novità nel panorama italiano.
Perché non supportarli? Dove sta l’aggressione alla famiglia? Non si stanno togliendo diritti a nessuno, bensì aggiungendo dei diritti, perciò non si capisce per quale motivo ci sia tanto accanimento verso l’approvazione di una proposta così innocua che, tra le altre cose, è già in vigore in alcune parti del mondo ed è in mia modesta opinione sacrosanta.
E’ infatti scandaloso che le coppie non sposate non possano usufruire di certi privilegi che sono reputati fondamentali per il bene di una coppia come il passaggio dell’eredità, per esempio, ma anche cose meno burocratiche come il permesso di entrare all’ospedale per dare supporto morale al proprio compagno.

Il passo avanti sarebbe il matrimonio tra omosessuali. Qui si incomincia a palesare qualche scoglio più forte, però non si capisce dove stia il male: anche qui si aggiunge un diritto senza far del male ad alcuno. Non si stanno infatti obbligando maschi o femmine eterosessuali a sposarsi tra di loro e la società non è in alcun modo negativamente influenzata dal rendere più felici e tranquille due persone. Difatti c’è chi dice che con questo si stanno distruggendo i fondamentali valori della famiglia? Ma quali sono questi valori se non amore, supporto in tutti i momenti di difficoltà e rispetto reciproco? Non è fino a questo momento noto che le coppie omosessuali non provino questi sentimenti, perciò non c’è nessuna aggressione ai valori della famiglia, ma anzi, un’estensione di questi anche a una frangia di persone, quella degli omosessuali, che con la famiglia ha sempre dimostrato di avere dei rapporti conflittuali.

Infine l’adozione. Mentre per i primi due argomenti non si trattava di influenzare alcuna terza parte concedendo delle libertà in più, qui la terza parte c’è ed eccome: il bambino.
I genitori devono avere la responsabilità di crescere il bambino nel modo migliore possibile, devono creare un cittadino educato e civile, e devono concedere al proprio figlio adottivo tutto l’amore che non gli è stato purtroppo potuto dare.
Ora, sono convinto, che più di una coppia omosessuale sarebbe ben in grado di concedere tutto ciò al proprio figlio adottivo, anche meglio di quanto potrebbe fare una coppia omosessuale, proprio perché coscienti del ruolo fondamentale che la coppia ha nel crescere un bambino.
Alcuni porrebbero il dubbio: ma dove vanno a finire la MAMMA e il PAPA’ e non due mamme o due papà? Bene a quanto pare c’è chi nelle coppie omosessuali sviluppa più un affetto materno e chi più quello paterno, e questo argomento può facilmente essere spento dicendo che ai giorni nostri i papà sono sempre più mamme e le mamme sono sempre più papà, pensate che questo non porti forse confusione ai bambini? I ruoli sono ormai spariti.
Comunque io sarei contrario all’adozione da parte di coppie gay per un semplice motivo: il fattore esterno ambientale.
Il bambino crescerebbe continuamente preso in giro da compagni di classe e di gioco e sarebbe rifiutato da una società che ancora non è pronta e, purtroppo, non sarà a breve, per un passo così grande.
Quando le discriminazioni saranno cessate e gli omosessuali potranno girare tranquillamente, allora sarà il momento adatto per cominciare a parlare di una cosa grande come l’adozione.
Per chi volesse informarsi ecco il link di UN PACS AVANTI
Ciao a presto

5 comments:

charlie said...

allora ce la fa a stare serio a volte...

Lorens said...

al rogo i ghiaghineri

by w il duce

mabbacagai... cess.... vai coi pacs, piano con le adozioni! olio

charlie said...

al via con le adozioni oculate... l'italia ha bisogno di una decisissima svolta a sinistra...

Matteo said...

mi rendo conto che ci sia bisogno di una sacrosanta svolta a sinistra, però, per i motivi che spiego nel post, non mi sembra ancora il momento di andare così in là, e vedendo chi c'è al potere non mi pare di poter sperare più di tanto. inoltre, cosa intendi per adozioni oculate? E Charlie facci un post, e charlie facci un post!!! No scherzo, vorrei solo capire cosa vuoi dire. Ciauuuz

ae said...

il problema non sta nell'essere favorevoli o meno al matrimonio, all'adozione ecc...ma nel sconfiggere un ignoranza sorda alle esigenze di pezzi dela società che vivono in una condizione di discriminazione...sarà una battaglia lunga,ma merita di essere combattuta...