Tuesday, June 20, 2006

VENGHINO SIORI VENGHINO

Venghino siori venghino a legger lo venturo accumulo paroliero, accolgano lo più caloroso saluto dal qui presentente sottoscrivente e abbino indulgenza nel leggere quel che dicono queste dita arrugginite (più o meno, insomma, proviamo a vedere se una volta ogni tanto riesco a scrivere una marea di cazzate essendo almeno cosciente di stare facendolo, chiudo un attimo la parentesi che fa freddo) ecco fatto, si sta meglio vero?
Dicevamo, in quest’assolato pomeriggio preestivo obbedisco all’imperativo e inamovibile ordine del camerata maressiallo dello stato fasista Matteo dott. Pregio cui (leggi stile Istituto Luce) piacque degnarmi di siffatto pondere, per cui rigettarmi in mischie scrittorie intrise di ardimentosa e littoria virtute; con i potenti mezzi informatici voi, e dico solo voi, siore e siori, avrete l’inimitabile opportunità di navigare con l’ingegno lasciando dietro a voi ‘si crudele mare… e dicevamo del Matteo Pregio, un essere dall’erotismo possente suscitante in qualsiasi essere umano di qualsivoglia sessualità dirompenti eccessi cutanei contemporanei a piacevoli deiezioni intime degne del miglior funambolismo escretorio… ei fu mai immobile in tempi tutto sommato non lontani, quando la beltà sua abbagliavaci in indimenticabili pomeridiani siottini… e in tempi assolutamente vicini volle coglier l’idea di siffatto blog (cazzo, ancora non so neanche bene a cosa serva, e mi fa girare i coglioni pensare a tanti bei pirla che sbattono le loro patetiche e inutili vicende di vita in internet in attesa che altrettanti segaioli le leggano, però quasi quasi me ne fo uno anch’io, ci metto le foto del mio compleanno, quelle di natale in famiglia “anche la nonna non disdegna il wiskey” oppure “impedite a mio zio di ballare sazio e ubriaco che il vomito, anche se di un parente, mi fa schifo”, quelle dei viaggi, il primo dentino caduto, il mio primo pannolino usato stile “diciannove anni di merda”, e altre belle cose che non vi anticipo, scusate, fa di nuovo freddo, ora chiudo) arieccoci al calduccio, comunque l’idea non dovrebbe esser malaccio, dato che l’uccellin della comare mi si posò sulla spalla (l’uccelino viene a galla…) per dirmi che anche il carissimo Piras, colui il quale decise, in contingenze africopenetrative ora in mano al tribunale dell’AHIA!!!!!! di candidarsi a democristiana carica elettiva, e poi anche il bellissimo Luca Carboni noto Charlie, ancora memore di comuni e appassionate imprese erotiche notturne mai confidata a voialtri (i video in cui lo lego sono ora disponibili al grande pubblico su “ORGOGLIOGAYchannel), hanno deciso di contribuire a tale fantastica impresa…
Parleremo di politica (fascisti di ‘mmerda), di religione, di sport, spettacolo, di sesso, nella maniera seria, posata, gentile e a modo che notoriamente ci contraddistingue, e se non vi piace fanculo perché allora siete dei pretini cattotalebani d’origine escrementizia non ben identificata, ecco.
E i’ vo ora a salutarvi con l’inizio del primo stasimo della sublime tragedia che in tutti i cuori rimase col nome di Ifigonia:

siamo le vergini
dai candidi manti
siam rotte di dietro
siam sane davanti…


a breve il seguito. A tutti voi un bacio con la bocca in attesa di ripossederci presto. HEIL!!!!!!!!!
p.s. w il cervocinghiale!!!!!!!!!!

6 comments:

Lorens said...

è tornato il trogu, ed è sempre lui: logorroico, barocco, colto e fancazzista trogu!
bentornato!

JustLudo said...

No, allora, premesso che anch'io sono al Siotto e dovrei riuscire a masticare un pò del vostro gergo, non c'ho capito una mazza di alcune parole... Sembra che stia parlando Giacomo Leopardi 2 alla Riscossa :) E vabbe... Comunque, abituatevi alla mia presenza perchè sarà particolarmente PRESENTE ai vostri interventi.. enzà arrangiarì... ciauzzz!!

charlie said...

abbacinante

Matteo said...

TROGU TI AMO!!!!! Finalmente sei tornato!!!!!!!! Questo post era degno di te e dei tuoi precedenti scritti. Cito il Piras dicendo: il Trogu è sempre lui: logorroico, barocco colto e fancazzista!!!!
è così che ti vogliamo!!!!

rossi said...

un linguaggio sempre affascinante signor trogu.. vedo che la ruota del cricetino gira ancor, e con velocità maggior.. ossequi :)

Matteo said...

trogu ti prego torna!!! ci manchi già!!! sei già sparito...