Monday, September 11, 2006

a lorenzo, liberamente tratto


lorenzo,
questa lettera è un omaggio a te, pazzo diamante, che passasti nelle nostre vite come una meteora a rischiarare le nostre tristi giornate.

fosti giovane, ricordi? ora che splendi altrove, rimpiangeremo per sempre i tuoi occhi corvini, buchi neri nel cielo, al cui sguardo gli dei concessero di vedere le luci di un rapace fuoco che tra l'infanzia e la gloria ti consumò, spazzato da un vento d'acciaio.
su di te splende la luce del martirio, incompreso, leggendario straniero.
troppo, oh, troppo presto ti venne svelato il segreto, troppo presto la luna si fece sensibile oggetto dei tuoi richiami e delle tue lacrime... minacciose, le mutevoli ombre della notte ti si accostarono, e all'esaltante luce del tuo astro splendevi, preziosa gemma, magistralmente elevato e fuori misura come dono agli uomini.
ora, con casuale perfezione, hai lasciato il tempo degli ossequi, hai cavalcato la brezza, e sei moda, oh prigioniero delle tue visioni, musico dalle soavi pennellate, splendente e ceruleo lume!


3 comments:

Rita.. said...

no no..allora..parli d lorenzo o di syd??...spiegati perchè non si capisce...in qualunque caso sono splendide parole..e a mio parere anke due splendide persone anke se nn le ho mai conosciute direttamente

Matteo said...

mmm... mitico syd, grande lore... anche se non saprei se essere tanto felice di aver ricevuto un elogio funebre ancora in vita......

charlie said...

rita: prendo spunto da shine on per dedicare uno scanzonato pensiero al nostro amico lorenzo... in realtà quelle parole non erano ne' mie ne' dedicate a lui... giusto per prendersi un po' per il culo
pregio: all'epoca syd era più vicino alla sua nascita che alla sua morte, e ancora strimpellava, seppure con difficoltà...