Wednesday, March 26, 2008

Atto di responsabilità

E' oggi richiesto un atto di responsabilità da parte di Federazioni sportive ed atleti. Il massacro scientificamente e impunemente compiuto da Governo e Esercito cinese in Tibet non può essere perdonato semplicemente chiudendo un occhio e tirando avanti.
E una manifestazione importante, che ha come tema proprio l'unione tra popoli e la pace, ricercate attraverso lo sport come trait d'union, non può aver luogo a Pechino, la capitale di questo impero.
Ammesso, e non concesso, che i grossi leader mondiali, come al solito utilizzeranno il loro approccio "sit back and watch" (a meno che non si tratti di paesi islamici sotto-sviluppati, ed allora si è subito pronti ad agire), è necessario un grande atto di coraggio da parte degli atleti stessi.
Rifiutatevi di competere.

1 comment:

Trogu said...

Che poi non han permesso al sudafrica per decenni di non ospitarle a causa del razzismo di stato, e ora han permesso al muso giallo miliardario di organizzare i giochi olimpici quand'ancora poi i progetti et cetera eran solo sulla carta? BOICOTTAGGIO stanno investendo miliardi su miliardi per l'evento, bisogna farglieli perdere!!!